Crea sito

Pastiera rivisitata… alta e cremosa

La mia versione della pastiera per chi come me non gradisce i fiori d’arancio nei dolci, al loro posto un po’ di scorza grattugiata di arancia e in più delle gocce di cioccolato che secondo me ci stanno benissimo, se preferisci la versione classica omettile tranquillamente!
Difficoltà: media
Preparazione: 30′
Cottura: 60′
Riposo: 1h di lievitazione
Dosi: 1 crostata di ∅ 26 cm
Porzioni: 12 persone
Costo: medio-alto
*nota:
Ingredienti
Pasta frolla

  • 300 g di farina
  • 120 g di zucchero
  • 120 g di burro
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • Scorzetta di arancia grattugiata circa 1/2
Ripieno

  • 500 g di ricotta di mucca
  • 250 g di zucchero
  • uova
  • 3-4 gocce di essenza di vaniglia
  • 2 cucchiai di Vermout 
  • Scorzetta di arancia grattugiata q.b.
  • 450 g di grano cotto
  • 50 g di canditi*
  • 50 g di gocce di cioccolato*
Procedimento
Prima di tutto preparare la pasta frolla impastando insieme tutti gli ingredienti fino a formare un panetto liscio e omogeneo, appiattirla e riporla in frigo per 1 ora avvolta nella pellicola (per maggiori dettagli sulla preparazione consulta questa ricetta).
Preparare la crema unendo per prima ricotta, zucchero, vermout, essenza di vaniglia e scorzetta di arancia grattugiata; lavorare a crema e poi incorporare le uova; unire per ultimi i canditi, le gocce di cioccolato e il grano precotto (precedentemente sgranato).
Amalgamare bene la crema affinché risulti ben omogenea.
Stendere la pasta frolla a uno spessore di 5 mm e adagiarla in uno stampo a cerniera di ∅ 26 cm precedentemente imburrato e infarinato, quindi bucherellare il fondo e tagliare la pasta in eccesso lasciando un bordo alto 5 cm circa, fatto ciò unire la crema**.
Con la pasta frolla avanzata realizzare delle strisce sottili 2-3 mm ed incrociarle in senso diagonale sulla pastiera, quindi ritagliare via la pasta in eccesso e infornare a 180° statico, livello centro-inferiore, per 1 ora massimo 1 ora e 10,la pastiera deve risultare ben dorata! Sfornarla e lasciarla raffreddare completamente, servila a temperatura ambiente, ma ricorda di conservarla sempre in frigo! Buona pastiera e buona Pasqua!
Note
*Se non li preferisci puoi tranquillamente ometterli.
**Se la crema dovesse avanzare puoi congelarla oppure usarla con la pasta frolla avanzata per realizzare dei panzerotti dolci.
Puoi congelare la pastiera sia cruda che cotta (io l’ho congelata da cotta) per circa 2 mesi, prima di consumarla lasciala scongelare in frigo per una notte.
Si precisa che questa non è la ricetta originale della pastiera napoletana ma una mia personale rivisitazione! 🙂

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*