Crea sito

Quiche svuota frigo con peperoni, tonno e cipolla

Quante volte capita di aprire il frigo e vedere una serie di ingredienti che non si sa come impiegarli? Spesso la soluzione può essere una squisita quiche perfetta per utilizzare ad esempio un peperone che lasciato qualche altro giorno andrebbe a male e trasformarlo in una torta salata originale!
Difficoltà: medio-bassa
Preparazione: 30′
Cottura: 20′ per il condimento; 30′ per la quiche
Porzioni: 8
Costo: basso
Ingredienti

  • 1 base di pasta brisè
  • 1 cipolla rossa
  • Olio e.v.o. q.b.
  • 1 peperone giallo
  • 1 confezione di panna da cucina
  • 1 uovo
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1 scatoletta di tonno
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Pan grattato q.b.
Procedimento
Preparare la base per il soffritto: sbucciare la cipolla e dividerla in 4 quarti, poi tritarla grossolanamente e metterla a soffriggere in un tegame con 4-5 cucchiai di olio. Lasciar cuocere a fiamma molto bassa finché la cipolla non appassisce completamente, ci vorranno circa 10-15 minuti.
Intanto preparare il peperone: tagliarlo a strisce e rimuovere tutti i semini, il picciolo e i filamenti bianchi, ridurre le strisce a quadretti, quindi unirlo alla cipolla.
Continuare a cuocere il peperone a fiamma media finché non risulterà tenero, salare a metà cottura, una volta che il condimento è pronto lasciare intiepidire il tutto 5-10 minuti girando di tanto in tanto. Quando il condimento non sarà più caldo unire l’uovo e la panna amalgamando bene il tutto.
Unire anche il tonno sgocciolato, il prezzemolo tritato, il parmigiano e il pepe, se necessario aggiustare anche di sale: il ripieno è pronto. Adagiare la pasta brisè in uno stampo di 30 cm circa e bucare il fondo con i rebbi di una forchetta, per favorire una migliore cottura spolverizzare il fondo con del pan grattato.
Versare e livellare il ripieno sulla base ripiegando i bordi verso l’intero. Infornare la quiche a 180° ventilato per 30′ circa, quando sarà ben dorata è pronta per essere sfornata, lasciatela intiepidire prima di servirla!
Note

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*