Crea sito

Turdilli al miele

I turdilli sono dei dolci tipici di Natale originari della mia regione: la Calabria! Invitanti e friabili gnocchetti fritti, fatti con uova, farina, olio, vermut e un po’ di arancia e qualche spezia natalizia. Esistono in due versioni, quelli al vino cotto e quelli al miele, questi ultimi sono quelli che vi propongo, i miei preferiti! Con questa ricetta semplice, i cui ringraziamenti vanno a LightBlueSugar su youtube, preparare i turdilli al miele è un gioco da ragazzi, mettiamoci all’opera!
Difficoltà: media
Preparazione: 2h circa
Porzioni: 7 piatti piani di ∅ 20 cm circa
Costo: basso
*nota:
Ingredienti
Per l’impasto

  • 800 gr di farina 00
  • 4 uova
  • 1 bicchiere di zucchero
  • 1 bicchiere di olio di oliva delicato (non extravergine, in alternativa metà e.v.o. e metà di semi)
  • 1 bicchiere di vermut bianco
  • Scorzetta grattugiata di 1/2 arancia
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di cannella e 1 pizzico chiodi di garofano in polvere (opzionali)

Per friggere

  • 1 litro di olio di semi di arachide o girasole

Per glassare

  • Miele millefiori q.b.
Procedimento
In una ciotola capiente unire la farina e il lievito miscelati, formare la classica fontana ed aggiungere tutti gli ingredienti dell’impasto: uova, zucchero, olio di oliva, vermut, scorzetta di arancia grattugiata, cannella e chiodi di garofano. Impastare tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere un impasto morbido, uniforme e non appiccicoso. Lasciarlo riposare mezzora coperto con pellicola e poi dividerlo in diversi pezzetti, da cui ricaverete dei filoncini spessi 2-3 cm circa, quindi aiutandovi con un tagliapasta o un semplice coltello a lama liscia ricavare i vari gnocchetti larghi al massimo 2-3 cm (in cottura raddoppieranno di dimensione).
Friggere qualche porzione di turdilli per volta finché non saranno ben dorati, scolare su carta assorbente e far intiepidire. Preparare le porzioni dividendo i turdilli in tanti piatti per quanti ne volete confezionare, poi in una pentola sciogliere 2 cucchiai circa di miele e poi a fiamma spenta unire di volta in volta le porzioni di turdilli, ripassandoli bene nel miele affinché siano glassati uniformemente, poi adagiare tutto sul piatto senza mai sovrapporli (altrimenti a quelli di sopra colerà il miele in eccesso a quelli di sotto creando un disequilibrio tra gli strati). Procedere in questo modo fino a terminare tutti i pezzi e sigillare bene i piatti con la pellicola… Buone feste!
Note
  • Potete preparare i turdilli anche qualche giorno prima di consumarli e si conservano per 8/10 giorni. Il miele è un ottimo conservante naturale che manterrà a lungo questi dolcetti freschi e fragranti.
  • Se non dovete regalarli dimezzate le dosi della ricetta.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.